Sebbene praticamente ogni uomo abbia indossato un abito nella sua vita, non tutti hanno indossato una vera sartoria. A differenza dei due pezzi prodotti in serie (che svolgono il lavoro per determinati budget e requisiti) a su misura o su misura L'esempio realizzato da un sarto è praticamente un'opera d'arte per il tuo corpo, con mani altamente qualificate - spesso profonde diverse generazioni - che misurano, tagliano e cuciono meticolosamente il tessuto in un'armatura che si adatta alla forma.



Così come non tutti gli abiti sono creati uguali, non lo sono tutti i sarti; portando a questa lista dei migliori al mondo, dai talenti nostrani nella consacrata Savile Row agli abili ricamatori molto più lontano.

Londra

Gieves & Hawkes

Nessun indirizzo nell'abbigliamento maschile britannico ha tanto prestigio quanto Savile Row n. 1. Fu acquistato da allora Hawkes, il nome preminente della sartoria militare, nel 1913, e da allora il marchio è diventato una forza anche nel mondo della moda.



Il fatto che la sua lista di clienti includa Bill Clinton e Michael Jackson suggerisce il suo equilibrio tra tradizione e innovazione, in particolare sotto l'ex direttore creativo Jason Basmajian, che ha modernizzato l'azienda combinando la sua storia con un design all'avanguardia e un'offerta ampliata. Quindi ora puoi ottenere la stessa qualità in formato un peacoat come l'abito che indossi sotto.

gievesandhawkes.com



Cacciatore

Con una storia che risale al 1809, Huntsman è uno dei nomi più famosi di Savile Row. Nei suoi 200 anni di storia ha vestito la maggior parte dei membri della famiglia reale e dei reali di Hollywood: Gregory Peck ha ordinato oltre 160 abiti da cacciatore durante la loro relazione di 50 anni.

Come ci si potrebbe aspettare, è anche uno dei marchi più tradizionali di Row; la maggior parte dei tagliatori è ancora addestrata dal livello di apprendista. Sono particolarmente abili nel taglio caratteristico del marchio: un giromanica alto e un petto forte con una gonna lunga e svasata.



huntsmansavilerow.com

Richard James

Il miglio d'oro della sartoria ha visto due boom di innovazione nel 20 ° secolo. Il primo avvenne negli anni '60, quando sarti come Tommy Nutter iniziarono a vestire artisti del calibro dei Rolling Stones. Il secondo è stato 30 anni dopo, quando un'ondata di anticonformisti anti-establishment dell'abbigliamento maschile guidati da Richard James ha iniziato a pensare agli abiti come abiti per il gioco e per il lavoro. I tagli erano più sottili, i colori più brillanti e i tessuti scelti per quanto bene attiravano l'attenzione.

Oggi, il marchio sfila alla London Fashion Week Men’s e ha una fiorente linea prêt-à-porter per completare il suo servizio su misura.

richard-james.com

Thom Sweeney

L'unico svantaggio dei sarti tradizionali è che tutto questo patrimonio può offuscare il loro senso della moda. Non così con Thom Sweeney, il marchio lanciato da Luke Sweeney e Thom Whiddett nel 2006. I due si sono incontrati nel laboratorio di Timothy Everest, che si è formato a Nutters e ha forgiato il movimento New Bespoke insieme a Richard James, e hanno deciso di prendere un simile moderno approccio agli abiti da uomo.

La firma della coppia è più rilassata rispetto allo standard Savile Row; più vicino a una giacca italiana, con una tela minima e una spalla morbida. La sartoria inglese nella sua forma più rilassata.

thomsweeney.co.uk

Edward Sexton

Non tutti i grandi sarti britannici risiedono a Savile Row. Edward Sexton attualmente opera in un intimo negozio nella zona di Knightsbridge, a ovest di Londra, anche se si è fatto le ossa nella strada più famosa dell'abbigliamento maschile. Ha imparato il mestiere realizzando uniformi militari, poi ha aperto un negozio con Tommy Nutter negli anni '60, dove ha vestito le icone di stile del tempo tra cui Mick Jagger e Sir Paul McCartney, definendo per tutto il tempo l'estetica dai grandi risvolti e pantaloni larghi del Anni '70.

tagli di capelli per volti maschili a forma di diamante

Oggi Sexton realizza abiti classici solo su appuntamento, oltre ad offrire una linea di accessori di lusso.

edwardsexton.co.uk

Napoli

Kiton

La sartoria napoletana è tradizionalmente leggera nell'imbottitura ma grande nel colore. Kiton inchioda il primo ma si è fatto un nome evitando il secondo. I suoi abiti sono eleganti e sobri, l'idea è che quando qualcosa viene prodotto utilizzando i tessuti più pregiati del mondo - tutti realizzati dalla fabbrica interna del marchio - e realizzati completamente a mano da alcuni dei sarti più talentuosi del mondo (45 lavorano per 25 ore su ogni seme), non deve essere giallo canarino per attirare l'attenzione.

kiton.it

Caruso

Ogni abito di Caruso è stato progettato pensando a un uomo: il 'buon italiano', immortalato da Hemingway nel suo diario di viaggio. È un uomo che viaggia bene, che vive la vita con pignoleria, gusto e curiosità. Tutto ciò trova espressione nella sartoria del marchio, dalle asole cucite a mano (ognuna delle quali richiede 15 minuti per la lavorazione) ai suoi capi innovativi.

La curiosità del proprietario Umberto Angeloni è tale che il cinque per cento delle risorse del marchio va in ricerca e sviluppo, con 32 dipendenti dedicati alla creazione di 4.000 nuovi prototipi all'anno. Ecco perché un abito di Caruso non sembra altro che un abito di Caruso.

carusomenswear.com

Rubinacci

Quando Gennaro Rubinacci aprì la sua prima sede, nel 1932, la chiamò 'London House', perché il suo stile si ispirava così fortemente al dandismo inglese. Negli 80 anni successivi, tuttavia, Rubinacci ha fatto di più per definire la sartoria napoletana di quasi ogni altro marchio: le spalle morbide, il giromanica alto e la vita stretta che sono sinonimo di città sono le firme della casa.

Vanta anche un archivio impareggiabile di oltre 60.000 m di tessuto vintage, risultando in un abito che è già durato una vita e continuerà a farlo.

marianorubinacci.net

Cesare Attolini

Questo marchio di 87 anni è tanto tradizionale quanto la sartoria napoletana. Gli abiti di Cesare Attolini sono la definizione dello stile della città: spalle morbide, risvolti ampi e, se lo vuoi, tessuti incisivi (il marchio non ha paura di una giacca a quadretti o del gessetto). Ma quella tradizione va oltre lo stile. Ogni abito richiede circa otto settimane per essere realizzato, realizzato a mano in Italia con tessuti esclusivi, anche se hai le tue misure prese in uno dei suoi negozi internazionali.

cesareattolini.com

Isaia

Isaia fu lanciato nel 1920 come mercante di tessuti, al servizio del crescente esercito di sarti di Napoli. Fu solo nel 1957, quando il marchio si trasferì in un villaggio vicino dove metà dei residenti erano sarti di fascia alta, che Isaia iniziò a trasformare i propri tessuti in alcuni dei migliori abiti italiani.

Ha un tocco più internazionale rispetto a molti sarti napoletani - i suoi abiti sono tagliati slim con materiali innovativi come la lana impermeabile - e ha una sottofinitura ancora più giovanile, Eidos, dove blazer destrutturati tagliati sapientemente si sfregano accanto a chino skater e denim cimosa .

isaia.it

New York

Brooks Brothers

Quando Donald Trump ha tenuto il suo discorso di inaugurazione con un cappotto e una camicia Brooks Brothers, ha continuato una tradizione che risale alla fondazione della Repubblica. Dal 1818, il sarto ha vestito 40 presidenti, tra cui Lincoln (morto con un cappotto Brooks Brothers), Kennedy e Obama.

Ampiamente riconosciuto come il più vecchio abbigliamento maschile degli Stati Uniti, è anche noto per aver introdotto il colletto button-down nel 1896, quando John E. Brooks, nipote del fondatore Henry Sands Brooks, li vide sui giocatori di polo inglesi.

brooksbrothers.com

L'Armeria

Non un sarto in sé, ma una casa lontano da casa per i migliori del mondo. The Armoury risolve la carenza di New York di prodotti fatti in casa su misura volando con i migliori artigiani di tutto il mondo, oltre a immagazzinare prêt-à-porter di marchi come Caruso e la giacca giapponese Ring.

Se non puoi far sfilare i bauli, i sarti interni di Armoury sono così intimi con i loro partner che possono adattarti per su misura, che viene poi prodotto in Italia, Londra o Tokyo, prima di essere rispedito in aereo al tuo guardaroba a New York.

messaggio di ringraziamento per regalo di compleanno birthday

thearmoury.com

Martin Greenfield Clothiers

New York non ha mai avuto molto in termini di cultura dell'adattamento su misura; i suoi abitanti sono sempre stati così schiavi di Savile Row che i suoi sarti tendono a sorvolare e fare allestimenti, lasciando pochi affari ai talenti nostrani. Ma Martin Greenfield contrasta questa tendenza. La sua storia incarna il sogno americano: un ebreo ucraino, ha imparato a cucire ad Auschwitz e, unico membro della sua famiglia sopravvissuto all'Olocausto, è partito per l'America quando il campo è stato liberato.

Le sue capacità brillarono immediatamente; solo pochi anni dopo, stava confezionando abiti per Dwight Eisenhower, che aveva incontrato quando le sue truppe erano state le prime ad entrare nel campo di concentramento. Da allora ha vestito tutti, da Paul Newman al cast diBoardwalk Empirein abiti che incarnano l'artigianato americano.

greenfieldclothiers.com

Miller's Oath

I fratelli Kirk e Derrick Miller hanno aperto il loro sarto su misura nel 2010, ispirati da un nonno che gestiva una merceria adatta a uomo di frontiera del Sud Dakotan. Tutto ciò che vendono è prodotto negli Stati Uniti, anche se il loro stile viene da più lontano; un mix di sartoria italiana e inglese che crea qualcosa di corpo, ma allo stesso tempo rilassato.

Sono anche pragmatici: la firma della casa è una chiusura a pulsante singolo, progettata per evitare qualsiasi confusione esattamente quante dovrebbero fare un uomo .

millersoath.com

Hong Kong

Raja Fashions

Fino al 1997 e al trasferimento della sovranità di Hong Kong alla Cina, Raja Fashions era il sarto di riferimento per gli espatriati britannici. Ma quando il corpo diplomatico è tornato in Gran Bretagna, ha portato con sé i propri affari. Così Raja Daswani, il figlio del fondatore, si mise in viaggio.

Ora è probabile che tu trovi i rappresentanti del marchio negli hotel più raffinati di New York, Londra e Sydney, come sei il suo negozio di 60 anni sulla terraferma a Kowloon. Tony Blair era un fan quando era al potere e ha commissionato le sue camicie e gli abiti da Raja. Non è solo una testimonianza della loro qualità; con abiti a partire da sole £ 250, è il tipo di su misura per cui nemmeno un primo ministro laburista potrebbe essere messo alla gogna dalla stampa.

raja-fashions.com

Ascot Chang

Il sarto cinese Ascot Chang si è fatto un nome come maestro camicista, realizzando abiti prima per uomini d'affari cinesi e poi per le loro controparti negli Stati Uniti. Negli anni '80, dopo 30 anni di attività, il marchio ha aggiunto al mix abiti su misura, con un taglio che strizza l'occhio alla classica sartoria britannica ma con un aggiornamento più sportivo: pensa agli orli più corti e alle spalle più morbide. Ma francamente, ottieni quello che vuoi: i suoi installatori preferiscono modellare qualcosa che si adatti al cliente, non il contrario.

ascotchang.com

WW Chan

Come molti sarti dell'Estremo Oriente, l'approccio di WW Chan è un mix di influenze britanniche e italiane, con spalle morbide ma leggermente intrecciate, un petto pieno e un silhouette che valorizza la figura . A differenza della maggior parte dei suoi vicini, WW Chan produce tutti i suoi capi internamente, da una delle più ampie selezioni di tessuti fuori dall'Italia, da sarti che rivaleggiano con il meglio di Napoli e Savile Row.

Essendo un marchio di Hong Kong, questa qualità ha un prezzo incredibile; sebbene WW Chan sia ripida per Hong Kong, un abito completamente su misura è ancora un terzo di quanto costerebbe a casa.

wwchan.com

Sydney

J.H. Coltellinaio

John Cutler è il quarto maestro sarto della sua famiglia e ora gestisce l'attività fondata nel 1882 dal bisnonno Joseph Cutler. Un sarto con più di mezzo secolo di esperienza, John ha imparato il mestiere al fianco di suo padre (chiamato anche Joseph) , tramite una breve deviazione per allenarsi con i maestri a Savile Row. E quell'esperienza è evidente nello stile di influenza inglese della casa, con spalle e petto forti e una gonna ampia.

Cutler taglia ancora ogni capo da solo e il suo servizio completo su misura è realizzato interamente a mano, senza un singolo punto fatto a macchina.

note di san valentino

jhcutler.com

P Johnson

Il marchio di sartoria di nove anni di Patrick Johnson sposa lo stile italiano con la stravaganza australiana, con ciascuno dei suoi prodotti progettati a Sydney e poi prodotti a mano nel laboratorio del marchio in Toscana. Il marchio è specializzato nel su misura - sebbene abbia una piccola collezione prêt-à-porter, venduta tramite Mr Porter - e il suo stile è leggero come un abito senza diventare un cardigan.

Perfetto per il caldo clima australiano, i matrimoni estivi o il tuo ufficio quando i tuoi colleghi non lasceranno il termostato da solo.

pjt.com

Resto del mondo

Cifonelli, Parigi

Il fatto che il miglior sarto di Parigi sia stato fondato a Roma dà un'idea del blocco italiano degli abiti raffinati. I cugini Lorenzo e Massimo Cifonelli sono la quarta generazione a dirigere il negozio in Rue Marbeuf, dove continuano a tagliare lo stile inglese-incontra-italiano sviluppato dal nonno, Arturo, dopo i suoi studi a Londra.

Un abito Cifonelli si distingue per la sua spalla, con corde e leggermente spostato verso il petto, il che significa che i suoi abiti hanno una struttura ma sono ancora incredibilmente facili da indossare. È una tecnica italiana, con un tocco dinon so che cosa.

cifonelli.com

Brunello Cucinelli, Italy

Brunello Cucinelli non è solo un buon sarto; lui è unbenesarto. Un quinto dei profitti del marchio va in beneficenza e lui paga i suoi dipendenti il ​​20% in più rispetto alla media del settore.

Gli abiti del marchio sono sontuosi, realizzati con alcuni dei migliori cashmere sulla terra, ma disegnati dall'uomo stesso in un modo che smentisce la loro qualità; l'archetipo della giacca Cucinelli sembra buono come un abito, ma spesso anche meglio indossato come separato con i jeans.

brunellocucinelli.com

Sartoria Ciccio, Tokyo

Il sarto Noriyuki Ueki ha lavorato come apprendista presso la Ring Jacket di Tokyo prima di trascorrere quattro anni a imparare il suo mestiere a Napoli. Il suo stile è comprensibilmente debitore agli italiani, con spalle morbide e grandi risvolti, ma con i suoi dettagli distintivi. I bottoni di una Sartoria Ciccio si trovano più in basso sulla giacca, che tira più in profondità i risvolti e allunga il corpo, mentre la mancanza di spacchetti gratifica l'amore del suo creatore per le linee pulite.

Come tutti gli artigiani giapponesi, i suoi abiti non sono economici (i prezzi partono da circa 580.000 yen [£ 3.900]) ma questo esborso ti fa guadagnare il tipo di artigianato e attenzione ai dettagli che il Giappone fa meglio che in qualsiasi altro posto al mondo.

ciccio.co.jp