Chiunque abbia mai fatto una passeggiata nel centro di Tokyo conosce in prima persona l'energia peculiare della cultura giapponese: in qualche modo pragmatica ma onirica, tecnica ma infinitamente creativa, raffinata ma stravagante. E quella follia è anche al centro della scena stilistica della nazione.



Gli indumenti dei marchi giapponesi di abbigliamento maschile sono caratterizzati da un'immensa competenza tecnica e da un design solido come una roccia, ma hanno anche un senso di divertimento e un desiderio vincente di spingersi oltre i confini.

Prendendo le loro influenze da una serie di fonti internazionali - un po 'di sfarzo della Ivy League o sprezzatura italiana qui; un po 'di nitidezza Savile Row o di entusiasmo per lo streetwear lì: la scena del design giapponese produce alcuni capi davvero unici per l'uomo moderno in città.



Ecco 15 marchi in cui vale la pena immergersi e i pezzi e le tendenze per cui sono giustamente celebrati.

Sotto copertura

Ideale per: stampe con atteggiamento

Il fornitore originale della bella etichetta giapponese Undercover è stata fondata nel 1993 dall'allora studente universitario Jun Takahashi. Con radici punk e una visione internazionale, il marchio ha a lungo fuso americano e britannico abbigliamento di strada con immagini della cultura pop giapponese per capi audaci e dal design innovativo. Oggi è meglio conosciuto per le sue ambite collaborazioni con le grandi icone dello sportswear americano: i crossover Nike di Undercover tendono a esaurirsi in pochi minuti.



Uniqlo

Ideale per: Nozioni di base affidabili

Per gli elementi essenziali che indossi ogni giorno, nessuno è abbastanza simile a Uniqlo. Il genio del colosso della strada principale è che più le cose cambiano, più sembrano rimanere le stesse: puoi entrare in qualsiasi negozio Uniqlo e trovare gli stessi classici dal taglio ordinato che hai acquistato per la prima volta dieci anni fa, proprio accanto a un marchio nuova collaborazione o colorway di tendenza. Le camicie del marchio sono una parte particolarmente attraente della sua offerta e per la biancheria a buon prezzo in una gamma di tonalità estive, c'è poca concorrenza. Suo Cinese , nel frattempo, che possono essere modificati in negozio lo stesso giorno, sono il fondamento di molti outfit smart casual.

Quartiere

Ideale per: Statement Streetwear

I collezionisti di streetwear giapponesi sono così affezionati a Neighbourhood che a malapena lasciano che lasci le loro coste: il marchio, che commercia in lusso tessuti e loghi audaci, è notoriamente difficile da trovare al di fuori di Tokyo. Ma questo non significa che non dovresti provare. Fondato dall'icona del design Shinsuke Takizawa nel 1994, Neighbourhood è diventato un marchio di abbigliamento casual di fiducia e distinzione di lusso. I suoi pezzi distintivi monocromatici, ad esempio, sono spesso imitati ma raramente migliorati.



orologi d'oro economici per gli uomini

Onitsuka Tiger

Ideale per: sneakers retrò

Onitsuka Tiger è spesso lodato come l'inventore del primo in assoluto scarpe da corsa , essendo stato istituito per soddisfare le esigenze della comunità atletica di Tokyo nel 1949. Il fondatore di Nike Phil Knight è stato il primo a importare queste ingegnose icone leggere negli Stati Uniti negli anni Settanta, ed è giusto dire che ogni singola scarpa sportiva da allora ha aveva un po 'del DNA di Onitsuka nella suola. Ancora identificabili dagli archi in picchiata sui loro fianchi, le sneakers Onitsuka Tiger sono un esercizio di eufemismo retrò e ora sono disponibili in una serie davvero vertiginosa di colori, collaborazioni e iterazioni strutturate.

Beams Plus

Ideale per: indumenti ispirati all'abbigliamento da lavoro

Nato da un minuscolo negozio nel quartiere Harajuku di Tokyo nel 1976, Beams è diventato da allora una pietra miliare della moda giapponese e internazionale. La sua prima linea di abbigliamento maschile è stata lanciata nel 1999 e sin dall'inizio ha preso spunto da abiti da lavoro classici e tessuti robusti. Oggi, il marchio è caratterizzato da un netto vantaggio della Ivy League degli anni '60: gli appassionati di abbigliamento maschile ora si affollano tanto per il suo camicie madras e oxford button-down come le sue giacche da lavoro e gli indumenti di ispirazione militare.

Come i ragazzi

Ideale per: articoli in pelle indulgenti

Come suggerisce il nome, Comme des Garçons prende la stessa influenza dalla couture parigina quanto dalla sua città natale di Tokyo - e il risultato è un crossover intercontinentale di proporzioni davvero eccellenti. Il lavoro di Rei Kawakubo e di suo marito Adrian Joffe, il marchio è amato per il suo spirito giocoso, i tagli interessanti e i sostenitori duraturi. La pelletteria di CDG, ad esempio, è elegante e pratica allo stesso tempo mentre è Scarpe alte Converse sono un classico moderno.

Visvim

Ideale per: artigianato nostalgico

Con il suo amore per il periodo Edo giapponese sartoria , Cultura del baseball degli anni '50 e abbigliamento da lavoro vintage, c'è qualcosa di immensamente nostalgico in Visvim. I suoi processi ricordano anche un tempo più semplice: il marchio, nato nel 2001, utilizza coloranti naturali e metodi di lavorazione tradizionali su molti dei suoi prodotti. Il risultato è una delicata variazione in ogni capo, un tratto che conferisce unicità alla gamma Visvim e soddisfa il tradizionale concetto giapponese di wabi-sabi: le imperfezioni in un'opera d'arte che conferiscono una bellezza extra al prodotto finito.

Camoshita

Ideale per: giapponese preppy

I capi di Camoshita possono essere fatti a mano in Giappone, ma affondano le loro radici nei quad della Ivy League e nella sartoria rilassata del Sud Italia. Nato dall'amatissimo rivenditore giapponese United Arrows, l'omonimo marchio del fondatore Yasuto Kamoshita riflette l'occhio del suo curatore unico. L'abbigliamento casual del marchio porta un tocco di Tokyo all'americano tradizionale preppy - con strisce dai colori vivaci, capi di lino e camicie con collo cubano - mentre l'abito è una collezione dalle spalle morbide ma precisa nei toni del blu marino e naturali.

Tabio

Ideale per: calze incredibilmente comode

Il comfort, per i maestri di calzini di Tabio, è tutto. Ma il comfort non deve necessariamente venire a scapito della qualità o del design, come dimostra questo marchio estremamente popolare. Naomasi Ochi ha iniziato a creare scarpette eleganti all'età di 15 anni e le sue merci mostrano una dedizione per tutta la vita alla qualità (anche questo è ripagato - Tabio è ora il marchio di calze più popolare in Giappone). tecnologia ingegnosa - e tutto a un prezzo abbastanza ragionevole.

quando troverò quello?

Y-3

Ideale per: abbigliamento sportivo all'avanguardia

Un mashup cult di abbigliamento sportivo e design di lusso, Y-3 segna il rapporto proficuo tra Adidas e l'iconico designer Yohji Yamamoto. Amato dai collezionisti di tutto il mondo, il marchio è allo stesso tempo elegante e pratico, con un carattere unicamente giapponese e silhouette futuristiche. Cerca i suoi sport molto imitati sneaker linee, con le loro caratteristiche colorazioni monocromatiche e la tomaia in tessuto sintetico.

Alpinismo bianco

Ideale per: styling sportivo di lusso

Ispirato dal clima e dal terreno diversi del suo nativo Giappone, il designer Yosuke Aizawa ha creato il crossover White Mountaineering nel 2006. La missione del marchio è semplice e complessa allo stesso tempo: combinare silhouette funzionali e atletiche con tessuti pregiati ed eleganti dettagli (o, in altre parole, per creare opere d'arte in cui potresti fare un'escursione). Aspettati valigie dal design accattivante e sontuosi capispalla insieme a audaci Magliette grafiche e stampe colorate.

Junya Watanabe UOMO

Ideale per: classici con un tocco

La designer Junya Watanabe è cresciuta nella serra creativa del gruppo Comme des Garçons sotto l'occhio vigile di Rei Kawakubo. La sua prima collezione è stata rilasciata nel 2001 ed è stata ammirata nei decenni successivi per il suo approccio all'avanguardia e il posizionamento intelligente. Con l'innovazione al centro, le collezioni Watanabe sono caratterizzate da capi funzionali come le giacche a vento in materiali innovativi e tecnici.

o Lento

Ideale per: denim must-have

L'ossessione di Ichiro Nakutsu per il denim è iniziata quando sua madre gli ha regalato una tuta da bambino. Da allora, il designer e imprenditore è diventato uno dei collezionisti più appassionati al mondo di cimosa . La sua prima uscita con il marchio è un tributo ai molti riferimenti disparati nel suo guardaroba, mentre il suo nome deriva dall'attenta considerazione che il suo team mette in ogni capo. Influenzato dall'americana degli anni Sessanta, dall'uniforme militare giapponese e dall'abbigliamento da lavoro europeo, ciascuno dei pezzi resistenti di orSlow è tessuto su un tradizionale telaio a navetta prima di essere lavato e invecchiato per un look vintage unico.

di che colore comprare i chino?

Seiko

Ideale per: orologi dal buon rapporto qualità-prezzo ma seri

Il nome di Seiko deriva da Seikosha, che si traduce approssimativamente in 'la casa di squisita fattura'. Ha senso, quindi, che dal 1892 il marchio di orologi giapponese sia stato caratterizzato da un'etica del lavoro e da un'attenzione ai dettagli veramente giapponesi. Il marchio è diventato popolare negli anni Sessanta, quando è stato ripreso da una generazione meno interessata al patrimonio e più interessata ad articoli che funzionassero in modo affidabile nella loro frenetica vita quotidiana. Quell'aria utilitaristica persiste ancora oggi e gli orologi Seiko rappresentano un rimprovero moderno e funzionale alle loro controparti svizzere più tradizionali. (Non che il marchio sia immune all'eccellenza del lusso, ovviamente: i suoi modelli Grand Seiko di lusso possono costare fino a £ 50.000 a volta.)

Bape

Ideale per: stampe mimetiche giocose

Nato da un'idea del carismatico imprenditore Nigo nel 1993, Bape è un pilastro dello streetwear giapponese e uno dei primi pionieri nel quartiere della moda di Harajuku a Tokyo. Il marchio prende una forte influenza dai giochi per computer, dalle figurine giocattolo e dai cartoni animati, ed è diventato saldamente integrato hip-hop cultura. Collaboratori storici includono Kanye West, A $ AP Rocky, Pusha T e The Weeknd, mentre lo stesso Nigo è co-proprietario dei marchi gemelli Billionaire Boys Club e Ice Cream con Pharrell Williams. Il marchio è forse meglio conosciuto per le sue stampe mimetiche multicolori, che adornano di tutto, dalle sneakers ai papillon.

4 tribù in stile giapponese da vestire

Il Giappone è una nazione da gazza, davvero, dice Josh Sims, il giornalista e autore della Bibbia dell'abbigliamento maschile Icone di stile maschile . È in grado di individuare il meglio dello stile sub-culturale da altre parti del mondo, in particolare dagli Stati Uniti, e portarlo al livello successivo. Le persone che stanno dietro a questi vivono e respirano anche loro.

L'attenzione di questo curatore per le tendenze significa che la scena in stile giapponese è un mosaico di gruppi altamente definiti, ognuno con le proprie culture, costumi e ossessioni. Ed è questo, dice Josh, che ha aiutato il Giappone a trovare una voce nel design originale. Qui, l'esperto di stile ci guida attraverso alcuni dei gruppi più significativi della cultura giapponese odierna.

Kireime Kei

Il Giappone era la patria, ovviamente, del minimalismo nella moda, e mentre la maggior parte delle sue sottoculture di stile si concentrano sulla specificità anale o sull'esagerazione, Kireime Kei è quasi iper-normale. Non proprio un equivalente giapponese di Normcore (che, privo di spirito guida, andava e veniva in una stagione) la sua enfasi è sull'uso di nuovi classici per vestirsi con rigorosa semplicità.

Ametora

Nato dal fascino del Giappone per tutte le cose americane degli anni Quaranta e Sessanta (forse in modo un po 'perverso a causa dell'occupazione americana del Giappone dopo la seconda guerra mondiale), è qui che il Giappone rende l'abbigliamento sportivo classico americano migliore degli americani.

Street Kei

Da non confondere con il fairy kei (abito ispirato alle fate, con tanto rosa e scintillii), lo street kei è uno degli stili di abbigliamento giapponese più nuovi e mal definiti. Meno una sottocultura come look, è essenzialmente uno stile di tendenza streetwear guidato dall'etichetta, simile al movimento British Casuals degli anni '80.

Rockabilly

Simile a Psychobilly nel Regno Unito e negli Stati Uniti, il rockabilly giapponese è un esempio di come la cultura dello stile della nazione possa fissarsi su un aspetto o un'epoca particolare e poi portarla fino a eccessi quasi da cartone animato (che ricordano i manga e altre tradizioni di fumetti nativi).